Risolvere i problemi intestinali naturalmente

Le abitudini alimentari scorrette ed uno stile di vita stressante rappresentano, nella società moderna, le principali cause dei disordini intestinali

Il numero medio di evacuazioni muta in rapporto all\'età, diminuendo di frequenza con l\'aumento della stessa. l\'alterazione del ritmo e del funzionamento intestinale che ne consegue genera uno stato di malessere che viene definito stipsi.

Il numero medio delle evacuazioni fisiologiche dovrebbe essere una ogni 24-36 ore e può dipendere da numerosissimi fattori quali la dieta, la sedentarietà, la conformazione anatomica intestinale, lo stress.

le cause principali della stipsi:

  • Microflora intestinale squilibrata
  • Attività lavorativa sedentaria
  • Stress da vita frenetica
  • Alimentazione con cibi troppo raffinati privi di fibre
  • Assunzione di farmaci che provocano stipsi come effetto collaterale
  • Assunzione di lassativi energici in maniera continuativa
  • Scarsa attività fisica
  • Scarsa assunzione di liquidi

I lassativi naturali

I lassativi naturali vengono classificati secondo il loro meccanismo d\'azione in:

Lassativi a base di principi antrachinonici che favoriscono lo svuotamento dell\'intestino stimolando prevalentemente la muscolatura dell\'intestino crasso.

I componenti principali di senna, frangula, aloe, cascara rabarbaro.

La loro metabolizzazione in agliconi avviene nel colon: qui si ha una rimozione dello zucchero ed i prodotti ottenuti stimolano ulteriormente la motilità aumentando anche la peristalsi e la produzione di muco.

L\'azione lassativa che inizia a livello dell\'intestino crasso con inibizione del riassorbimento dell\'acqua e degli elettroliti, si manifesta dopo 8-12 ore

Lassativi che favoriscono lo svuotamento dell\'intestino stimolando prevalentemente la muscolatura dell\'intestino tenue e parte del crasso (olio di ricino)

Purganti meccanici che favoriscono lo svuotamento dell\'intestino aumentando il volume della massa fecale (psillio)

Prebiotici osmotici che richiamano nell\'intestino acqua dal sangue (manna, prugne, tamarindo....)

Lubrificanti vegetali oleosi che favoriscono la progressione delle feci lungo l\'intestino (olio di oliva, olio di mandorle dolci, olio di germe di grano..)

I lassativi veri e propri dovrebbero essere utilizzati raramente e per periodi di tempo definiti.

dovrebbero invece essere preferiti i prebiotici osmotici associati ai probiotici e ai lubrificanti vegetali oleosi.

Principali effetti collaterali indotti dai lassativi

  • Esagerata motilità intestinale
  • Flatulenza
  • Necessità di continuare ad aumentare la dose per avere lo stesso effetto
  • Impoverimento di vitamine a, d, e e di minerali.

Consigli utili contro la stitichezza:

  • Aumentare l\'apporto giornaliero di fibre : più frutta, verdura e cereali
  • Assumere prugne, fichi, zucchine, kiwi e zuppe di verdure
  • Bere almeno 2 litri di liquidi (acqua, spremute, tisane) al giorno
  • Assumere periodicamente prodotti a base di fermenti lattici vivi e che contengono fibre prebiotiche
  • Aumentare il consumo di oli vegetali (olio di oliva, di mandorle dolci, di germe di grano....)
  • Mangiare lentamente e masticare in maniera accurata i cibi
  • Praticare una quotidiana attività fisica : può essere sufficiente una salutare passeggiata
  • Evitare l\'abuso di lassativi : possono causare assuefazione
  • Dedicare regolari momenti della giornata all\'appuntamento-intestino
  • Controllare lo stress : è una delle principali cause della stitichezza

Affronta la stitichezza con serenità : la natura ci aiuta

Cotierbe specchiasol: la risposta naturale per favorire il transito intestinale

Rispondi

Scroll to top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: