Aloe per depurarsi naturalmente

Nel mese di aprile è importantissima la depurazione sia come primo passo per dimagrire in vista dell'estate sia per eliminare il nostro organismo da scorie e tossine accumulate durante l'inverno.

Tra i depurativi più efficaci senza dubbio è l'aloe con la sua attività naturale ad ampio spettro.

L'aloe barbadensis miller (detta anche aloe vera) deve il suo nome alle isole barbados dove è molto diffusa. È presente anche nel resto delle antille nei caraibi e soprattutto sulla costa nord orientale dell'africa da cui probabilmente si diffuse originariamente.

In botanica, in genere, si usa chiamare una pianta con la denominazione assegnata dall'ultimo studioso, così l'aloe barbadensis, o delle barbados, di miller, è il nome attualmente in uso presso la comunità scientifica di quella che per linneo si chiamava aloe vera e che per lamarck si chiamava aloe vulgaris.

In sintesi, l'aloe vera di linneo, l'aloe barbadensis di miller e l'aloe vulgaris di lamarck sono la stessa pianta.

L'aloe : 160 principi attivi dalle poliedriche proprietà

L'aloe vera viene considerata dalla letteratura scientifica un valido sostegno per il sistema immunitario, sia quando la risposta immunitaria risulti insufficiente, sia quando sia eccessiva come nelle allergie e negli squilibri immunitari. uno dei principali responsabili di tale attività è l'acemannano che, insieme alle lectine, è capace di incrementare di almeno dieci volte le attività dei macrofagi (fagociti) agendo con meccanismo antigenico.

Comunque, si riconoscono all'aloe almeno 160 componenti attivi con poliedriche proprietà, ma possiamo individuare essenzialmente 4 gruppi di sostanze attive : i polisaccaridi, gli antrachinoni, le lectine e i nutrienti. Tra i suoi componenti, inoltre, si possono nominare gli enzimi, le saponine, gli steroli, la lignina e l'acido salicilico.

Tra i polisaccaridi, il principale è l'acemannano, composto da catene di mannosio, dalle peculiari proprietà benefiche per il sistema immunitario. L'acemannano agisce positivamente contro i danni provocati dai raggi x: gli effetti dannosi e, in particolare, le ustioni, diminuiscono nettamente.

Aloe

Le proprietà benefiche del gel di Aloe

Il gel possiede anche localmente attività antinfiammatoria, antiossidante, cicatrizzantee lenitiva particolarmente utili nel trattamento di mucose e pelle colpite da manifestazioni allergiche (eczemi, stati infiammatori e congestionati).

Il gel di aloe infatti è in grado di penetrare il tessuto cutaneo, di esercitare un'azione anestetica locale, di agire come antiflogistico e di migliorare il microcircolo locale.

Questa sua proprietà può essere sfruttata anche nel trattamento dei disturbi legati alla mucosa gastrica come protettivo cicatrizzante gastrico. il gel bevibile, per la sua consistenza, aderisce alle pareti dei tubi digerenti e dello stomaco, allevia il dolore e favorisce la cicatrizzazione interna.

L'aloe svolge una buona azione digestiva anche perchè contiene enzimi quali lipasi e proteasi. l'enzima carbossipeptidasi, invece, agisce sull'infiammazione dei tessuti e indirettamente controlla il dolore.

I derivati antrachinonici (aloina, barbaloina, emodina, aloemodina...) sono presenti soprattutto nel tronco della pianta e nel succo proveniente dalla cuticola esterna della foglia. la loro azione è duplice sulla mucosa intestinale : provoca un aumento della peristalsi favorendo così lo svuotamento intestinale e diminuisce il riassorbimento dell'acqua e degli elettroliti.

L'accurata filettatura manuale della foglia e l'utilizzo delle parti della pianta prive di antrachinoni la privano di tale effetto.

Ecco i nutrienti principali dell'Aloe Vera

Tra i nutrienti dell'aloe sono le vitamine a, c, e, d, il gruppo b, i minerali e gli aminoacidi:

  • La vitamina a (retinolo), nota per le sue proprietà rigeneranti cellulari, è utilizzata diffusamente in cosmesi come antirughe.
  • Vitamina c, dalle note attività antiossidanti e per le difese immunitarie, favorisce l'assorbimento del ferro e la formazione del collagene.
  • La vitamina e con le sue proprietà antiossidanti e rigeneranti cellulari protegge la pelle prevenendo i danni alla membrana cellulare.
  • Le vitamine del gruppo b favoriscono la trasformazione dei nutrienti in energia e l'assorbimento del ferro, contrastando stanchezza e affaticamento.
  • Il contenuto di minerali è particolarmente importante in tutte le varietà di aloe : ferro, cromo, calcio, magnesio, manganese, fosforo, potassio, rame, sodio, zinco, boro.
  • L'aloe fornisce ben 20 aminoacidi di cui 7 essenziali.

E ora vorrei parlare del metodo di lavorazione dell'aloe Specchiasol

Le foglie vengono raccolte manualmente dalla pianta fresca di almeno 5 anni, lavate accuratamente così da preservare il prodotto da eventuali contaminazioni. la cuticola della foglia protegge il gel interno dall'ossidazione: quando la foglia viene recisa ha inizio il processo di ossidazione che priva lentamente l'aloe delle sue proprietà. per evitare l'ossidazione, la lavorazione delle foglie viene avviata immediatamente.

La prima fase consiste nell'eliminazione dell'aloina (antrachinone): vengono asportate manualmente le spine coriacee, la punta e la parte basale di ogni singola foglia dove la sua percentuale è particolarmente elevata. successivamente viene separato il gel parenchimatico dalla cuticola attraverso una sfilettatura manuale.

Il gel interno (idroparenchima) viene convogliato in una cisterna di raccolta per poi passare alla fase di stabilizzazione. l'efficacia dei preparati a base di aloe vera dipende dalla purezza della pianta stessa, dai metodi di coltivazione e di lavorazione a cui essa è stata sottoposta e dalla sua conservabilità.

qualità garantita

Il succo di aloe vera specchiasol è ricavato direttamente dalla pianta fresca e non è prodotto da polveri della pianta secca.

Specchiasol utilizza le foglie di aloe vera opportunamente selezionate, fresche e maturate per almeno 5 anni.

I componenti della pianta non vengono alterati durante l'estrazione e mantengono le stesse qualità che hanno nella pianta fresca appena colta.

L'aloina viene eliminata naturalmente con la filettatura manuale di ogni singola foglia.

Dalla pianta fresca avviene l'estrazione del gel senza l'aggiunta di acqua, coloranti, zucchero o alcool.

 

Rispondi

Scroll to top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: